Presentazione libro: “A piedi con ZioBuio fino a Istabul. Un naso rosso...

Presentazione libro: “A piedi con ZioBuio fino a Istabul. Un naso rosso nel sole”

Per gli amici di Milano e dintorni!

copertina del libro: a piedi con ziobuio fino a IstambulGiovedì prossimo 23 Febbraio 2017, alle ore 18.30 presso la libreria “Tarantola” di Sesto San Giovanni (Mi), Piazza Martiri di Via Fani, 1 (M1 Rondò) ci sarà la presentazione del libro: “A piedi con Ziobuio fino a Istanbul. Un naso rosso nel sole

E’ diario di viaggio di Giuliano Mari, camminatore solitario e curioso che ha due grandi passioni: la prima è quella di camminare sui sentieri antichi che da secoli vengono percorsi dai pellegrini, mentre la seconda è quella di essere claun di corsia, con il nome di ZioBuio, nel colorato mondo della Claunterapia.
Da queste due passioni è nato il sogno, poi diventato realtà e descritto nel libro, di percorrere la millenaria via Egnazia da Durazzo a Istanbul col naso rosso da claun sulla faccia, per dare visibilità a questa forma di volontariato che porta un sorriso negli ospedali.
Cinque giorni in Albania, tre giorni in Macedonia, diciannove in Grecia e undici in Turchia per un totale di 1150 chilometri.
Per le genti e le diverse culture incontrate, Giuliano ha sentito di dovere molto a questo cammino.
“Se si vuole conoscere una terra e le persone che ci abitano, il modo migliore è quello di “camminarci dentro con umiltà” – dice Ziobuio – e lasciare che l’anima nostra entri in contatto con quella delle persone che incontriamo e delle terre che ci ospitano. Se questa magica alchimia si compie, allora ogni passo fatto diventa la tessera di un grande mosaico che solo alla fine del cammino si presenta nella sua interezza, carico di conoscenze nuove e di dubbi svelati”

Giuliano ZioBuio è già al suo secondo diario di viaggio. Il primo “Camminando sulla via Francigena. 1.400.000 passi dal Gran San Bernardo a Roma
” racconta l’esperienza del suo primo Cammino, a cui ne sono seguiti molti altri …

FAI AMICIZIA CON ZIOBUIO

Nessun commento

Rispondi al commento